lunedì 1 novembre 2010

Tortino di melanzane alla Naida’s mood

http://iocomesono-pippi.blogspot.com

Piove.

Piove da tre giorni

Da tre giorni sono praticamente chiusa in casa.

Penso e cucino, cucino e penso :-) …attività quasi frenetica in questo periodo …..

Ma tutta questa pioggia, alla lunga, lava via molti dei miei pensieri …..scusatemi…..

Una settimana fa sono stata a cena da Naida, una cara amica che da pochi mesi ha avuto il suo bel bambino. Naida vive nel cuore di un piccolo paese che guarda il mare dall’alto, Trebbiano (SP). La sua è una casa piena di colore, una casa che profuma di buono, è come un ‘nido’, caldo e accogliente. La cena che ha preparato per noi, tutta a base di pesce si ispirava alla Sicilia con i suoi colori caldi e i suoi sapori decisi. Tra le varie pietanze mi ha colpito questo tortino che ho leggermente modificato rendendolo vegetariano (ho infatti eliminato il tonno) e sostituendo la pasta sfoglia con la pasta povera.

Il risultato è gustoso e il tortino suscettibile di mille varianti!

Ingredienti per uno stampo di 15 cm:

per la pasta povera:

250 gr di farina 00

un pizzico di sale

olio evo  50 ml

una spolverata di origano secco

acqua tiepida q.b.

per la farcia:

2 melanzane

due manciate di pomodorini secchi

una manciata di olive nere o taggiasche

una manciata di capperi

uno spicchio d’aglio in camicia

origano

sale e pepe

Procedimento:

Per prima cosa prendete delle belle melanzane sode dalla buccia integra (le mie vengono direttamente dall’orto di casa ), sbucciatele e tagliatele a cubetti. Se utilizzate un coltello in ceramica le melanzane non si ossideranno.

Nel frattempo mettete i pomodorini secchi in una tazza con acqua tiepida per un paio di minuti. Torneranno morbidi.

In una padella antiaderente con un filino di olio evo, aggiungete lo spicchio d’aglio in camicia, fate insaporire per qualche istante fino a che non si sprigionerà un profumo fantastico. E’ questo il momento di  mettere le melanzane a cubetti.  Fatele saltare in modo che si colorino su ogni lato, mi raccomando non aggiungete il sale altrimenti rilasceranno l’acqua e diventeranno subito mollicce. Saltatele per qualche minuto,  aggiungete  i pomodorini dopo averli scolati e tamponati, e di seguito le olive e i capperi. Fate andare qualche minuto e poi poco prima di spegnere il fuoco regolate di sale e pepe (o peperoncino).

Ed ora occupiamoci della pasta. In una ciotola mettete la  farina setacciata con un pizzico di sale, l’origano secco,  l’olio e poi, impastando con una mano aggiungete poco alla volta l’acqua. Se vi è scomodo lavorare nella ciotola rovesciate l’impasto su una  spianatoia leggermente infarinata. A questo punto dovete dedicare un pò di tempo alla lavorazione a mano dell’impasto.  Deve diventare bello tenero e liscio. Ogni tanto sbattetelo sul piano di lavoro, non gli farete male ma anzi scatenerete tutte le molecole di glutine e lui diventerà sempre più elastico. Mettetelo poi a riposare per una mezz’oretta sotto una ciotola.

Vedrete  che diventerà morbidissimo e cedevole ecco adesso dividetelo in due parti una leggermente più piccola che servirà da copertura. Con il mattarello stendetelo in una sfoglia sottile. Bucherellatela e foderate uno stampo. Riempite con la farcia e coprite il tutto con l’altra sfoglia di pasta anche questa bucherellata. Sigillate il tutto e infornate a 180° per circa 20 minuti. Appena si colorisce è pronto.

Veramente delizioso.

 

 

Alla prossima

(magari con un pò di sole)

Pippi

;-)

1 commento:

Batù ha detto...

Ciao Pippi, ho trovato questa ricetta dello scorso anno fantastica! sto cuocendo questo tortino, ho apportato qualche piccola modifica secondo il mio gusto, ma sostanzialmente non cambia moltissimo.. domani penso di postarla postando naturalmente il link della tua che è l'originale. Spero che vada bene.. c'è un profumino... un abbraccio

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...